Logo della Fondazione Giannino Bassetti

FONDAZIONE GIANNINO BASSETTI

L'innovazione è la capacità di realizzare l'improbabile

Intestazione stampa

Rassegna Stampa

a cura della Redazione FGB

Home > Rassegna Stampa > I VeriChips

I VeriChips

di Redazione FGB [1], 18 Novembre 2004

'Ci insegna McLuhan, difficilmente la tecno­logia risulta neutra'
Nell'articolo apparso su Il Riformista dell'1 novembre "VeriChip: ecco l'uomo con etichetta incorporata [2]" a firma Mattia Miani, da cui è stato tratto un brano come incipit di questo item della Rassegna, viene descritta l'applicazione di una tecnologia ba­sata su un sistema simile alle etichette Rfid (Radio Frequency Identification). Al di là dei dettagli tecnici sul nuovo marchingegno, dalle dimensioni di un seme di riso che può essere inserito nel corpo umano con una iniezione sottocutanea e permette di identificare entro uno spazio limitato il codice del portatore, vorrei mettere in rilievo la preoccupazione di Miani per i possibili impieghi dei VeriChips (così si chiamano i microchips prodotti da un'azienda della Florida e recentemente approvati dalla Food and Drug Administration). Infatti, se è vero che le applicazioni attuali sono innocue (impiego in un club vacanze) o utili in campo medico (di qui l'approvazione della FDA), in prospettiva:
'qualche problemino con una trovata come questa c'è. Pensiamoci per un momento: un tag del genere è difficilmente indi­viduabile e quasi impossibile da rimuovere. Probabilmente il pros­simo passo sarà utilizzarlo per la popolazione carceraria. Di lì ad impiantarlo anche a soldati, sportivi e dipendenti pubblici il pas­saggio sarebbe breve. In realtà, sistemi come i Veri­Chips sono di tipo passivo e non possono essere usati per tracciare il movimento di una persona via sa­tellite. Un po' come accade anche con la maggior parte delle tecnolo­gie Rfid che possono essere lette solo da appositi apparecchi e solo entro un perimetro limitato. Anco­ra una volta, però, bisogna stare al­l'erta sugli immediati sviluppi'.
Il tema delle tecnologie "RFID" è già stato ampiamente svolto nel sito della FGB, vedi, nell'articolo "RFID: uno studio italiano [3]", nel Blog "Kata Gene", l'ampio saggio di Gianni Bianchini sulle varie problematiche tecniche, etiche e normative, che le etichette a radiofrequenza pongono RFID - Identificazione automatica a radiofrequenza: impatto sulla privacy [4].

Nel Blog Kata Gene: altri articoli [5] sulla Radio Frequency Identification.

Mostra/Nascondi i link citati nell'articolo

Link citati nell'articolo:

  1. 1] /schedabiografica/Redazione FGB
  2. 2] /06/bertolini/miani.htm
  3. 3] /06/bartoli/000273.htm
  4. 4] /06/bartoli/rfid_ep04.pdf
  5. 5] /06/bartoli/cat_rfid.htm
CC Creative Commons - some rights reserved.
Immagine di base
Articoli di: 

Redazione FGB

Articoli
Ricerca per:
Ricerca nei video:

- Iscriviti alla mailing list - Informativa Cookies - Privacy Policy -

RSS Feed  Valid XHTML  Diritti d'autore - Creative Commons Gruppo Fondazione Giannino Bassetti in Facebook Gruppo Fondazione Giannino Bassetti in Linkedin Segui la Fondazione Giannino Bassetti in twitter

p.i. 12520270153