Logo della Fondazione Giannino Bassetti

FONDAZIONE GIANNINO BASSETTI

L'innovazione è la capacità di realizzare l'improbabile

Intestazione stampa

Pagine

Pagine in italiano

Home > "Dove stiamo andando?" I nostri luoghi

"Dove stiamo andando?" I nostri luoghi

di Redazione FGB [1], 28 Ottobre 2009

Indice della pagina:
Introduzione
Facebook
Flickr
Issuu
LinkedIn
Slideshare
Twitter
Vimeo

Introduzione:
In questa pagina raccontiamo quali sono i siti che abbiamo scelto per la nostra presenza esterna al sito. Per ciascun sito spieghiamo di cosa si tratta, come mai lo abbiamo scelto e quali sono le nostre intenzioni.
L'invito che facciamo a te, lettore, è di collegarti con il nostro spazio di pubblicazione e comunicazione.

Facebook [2]
Al momento quando si parla di social network, si pensa subito a Facebook. Un sito dove chi apre un account personale fornisce informazioni su di sé e sulle sue passioni, inserisce fotografie e video e le mostra ai suoi amici. Due persone in contatto si chiamano "amici". Vi sono degli spazi chiamati bacheche dove vengono raccolti i contenuti inseriti da tutti coloro che costituiscono il proprio network personale. In Facebook vi sono i "gruppi", che uniscono persone che aderiscono, senza necessariamente "diventare amiche", alla visione che il gruppo esprime.
Noi abbiamo aperto un gruppo, chiamato Fondazione Giannino Bassetti, che vuole radunare coloro, tra gli iscritti a Facebook, che gravitano intorno alla Fondazione, che seguono il faticoso e coraggioso processo di diffusione dell'idea di responsabilità nell'innovazione. Ma non solo: in Facebook si aderisce anche per simpatia o per adesione agli intenti. Così fra gli iscritti troviamo molti nuovi visitatori del sito. Più ancora di coloro che invece ci seguono da anni.
Il gruppo, oltre a permettere agli iscritti di conoscersi, informa sulle pubblicazioni nel sito FGB e sulle attività della Fondazione.
Per iscriversi bisogna avere un account in Facebook (gratuito), andare a questa pagina [3] e cliccare su "Iscriviti a questo gruppo". Poi si dovrà attendere l'accettazione da parte del moderatore del gruppo perché si possa effettivamente risultare farne parte, in quanto preferiamo verificare la genuinità della comunicazione sociale.

(torna all'indice)

Flickr e Creative Commons [4]
Flickr è un aggregatore di fotografie e brevissimi filmati (massimo 10 secondi). E come gli altri siti aggregatori (ad esempio YouTube lo è per i video), permette di "fare amicizia" e segnalare immagini.
La Fondazione Bassetti non ha un suo account in Flickr, però da un po' di tempo utilizza le immagini che gli utenti di Flickr mettono a disposizione in Creative Common, segnalando così l'opera del fotografo scelto e contemporaneamente presentandosi essa stessa alle piccole comunità di Flickr.
Il sito della Fondazione utilizza le Creative Commons per diffondere i propri contenuti secondo la licenza "Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo [5]".

(torna all'indice)

Issuu [6]
Issuu propone una modalità di lettura mimando la rilegatura a fogli delle pubblicazioni cartacee. È utile soprattutto per pubblicazioni dove la grafica e le illustrazioni hanno una notevole importanza.
La Fondazione però ha deciso di utilizzarla per permettere un colpo d'occhio unitario sulla newsletter.
Pensiamo possa piacere e in qualche modo essere anche comoda per la lettura. Allo stesso modo di Slideshare e altri aggregatori, la pagina [7] può essere visionata senza iscrizione, mentre l'interazione prevede una iscrizione (anche in questo caso gratutita) a Issuu.

(torna all'indice)

Linkedin [8]
LinkedIn è un social network come Facebook, ma differisce nella tipologia dei contenuti e nella motivazione che spinge gli utenti ad iscriversi. In LinkedIn infatti ogni utente presenta il proprio curriculum o percorso professionale (e, volendo, scolastico) e si collega ad altri professionisti. La motivazione ad iscriversi normalmente è qualcosa che si può definire una espansione dello scambio di biglietti da visita. Inoltre è possibile segnalare positivamente uno dei propri collegamenti agli altri partecipanti al proprio network, in modo da "consigliarlo" come professionista.
In LinkedIn è possibile porre delle domande cui il proprio network può rispondere; è possibile inoltre aprire gruppi che possono essere animati da discussioni, come solo risultare un insieme di iscritti attorno a un nome o marchio, che li identifica come aderenti al progetto o agli intenti.
La Fondazione Bassetti ha aperto un gruppo che al momento fornisce solo informazioni sulle nuove pubblicazioni del sito e sulle attività della Fondazione stessa.
Per iscriversi bisogna avere un account in LinkedIn (gratuito), andare a questa pagina [9] e cliccare su "Join group". Poi si dovrà attendere l'accettazione da parte del moderatore del gruppo perché si possa effettivamente risultare farne parte, in quanto preferiamo verificare la genuinità della comunicazione sociale.

(torna all'indice)

Slideshare [10]
Slideshare è un utile strumento sia per avere sempre a portata le proprie presentazioni per conferenze, sia per diffondere sul web le proprie idee nella modalità slide.
Si struttura come gli altri aggregatori social network: per amicizie, preferenze e iscrizioni per essere informati ad ogni pubblicazione. È veramente un grande bacino di materiale. Abbiamo aperto anche noi uno spazio dove inseriamo le slide che presentano la Fondazione Bassetti o che vengono utilizzate negli eventi che organizziamo (quando gli autori ce lo concedono).
Anche in questo caso quel che pubblichiamo in genere è distribuito con licenza Creative Commons.
La pagina della Fondazione [11] può essere consultata anche senza iscrizione ma per fare commenti e iscriversi bisogna avere una account in slideshare.

(torna all'indice)

Twitter [12]
Twitter è un social network che permette di formare un micro-blog composto da comunicazioni non più lunghe di 140 caratteri. Gli aggiornamenti al blog possono essere fatti sia tramite il sito stesso, via sms, con programmi di messaggistica istantanea, e altre applicazioni che permettono di aggiornare la pagina relativamente ad altre azioni svolte in altri social network. La brevità del messaggio e l'apertura del programma allo sviluppo di applicazioni corollarie, fa si che twitter stia diventando una sorta di collante fra le varie forme di comunicazione "social" del web e del mondo del mobile (cellulari, smartphone, ecc.). Come in tutti i social network ci si può "abbonare" ai twitter di qualcun altro in modo da seguire le sue pubblicazioni, si può rispondere ad un twitter, si può citare e rinviare nel proprio network il twitter di qualcun altro. Vi sono diversi programmi gratuiti che permettono di rimanere costantemente informati sui nuovi twitter postati dai vostri "amici". La Fondazione Bassetti ha deciso di aprire una pagina Twitter per veicolare un preciso tipo di comunicazione: vi si pubblicheranno citazioni serie o facete tratte dagli incontri, dalle riunioni, dagli eventi organizzati dalla FGB. Queste frasi, estrapolate dal loro contesto, acquistano una loro vita autonoma che sembra chiedere un commento, uno sviluppo dialogante.
Per leggere i twitter della Fondazione Bassetti basta andare nella pagina all'interno del nostro sito [13], oppure andare nella pagina in Twitter [14]. Se invece volete interagire rispondendo, oppure semplicemente vi appassionate al tipo di comunicazione, potete aprire un account in Twitter (se non l'avete) andare nella pagina FGBassetti [15] e cliccare su "Follow".
Si può seguire anche FGBnews, un altro canale twitter dove vengono pubblicati gli avvisi delle pubblicazioni fatte nel nostro sito.

(torna all'indice)

Vimeo [16]
Vimeo è un aggregatore di video come YouTube, ma presenta alcune sostanziali differenze. Permette di inserire video di maggiore durata rispetto ai 10 minuti concessi da YouTube, ha un sistema di presentazione dei contenuti più semplice e evidente. Noi lo abbiamo preferito principalmente perché ci permette di pubblicare interamente le riprese degli eventi che registriamo.
Anche Vimeo permette di collegarsi ad altri utenti, di segnalare i video preferiti e di fare gallerie o gruppi.
La Fondazione Bassetti ha aperto un account che raccoglierà i prossimi video realizzati e pubblicati nel sito. Potete seguire le nostre pubblicazioni andando alla pagina del nostro canale [17] e, con un account in Vimeo, "iscrivendovi" ad esso.

(fotografia: diagonal net [18] - di theilr in Flickr)

Mostra/Nascondi i link citati nell'articolo

Link citati nell'articolo:

  1. 1] /schedabiografica/Redazione FGB
  2. 2] http://www.facebook.com/group.php?gid=148256638400#/group.php?gid=148256638400
  3. 3] http://www.facebook.com/group.php?gid=148256638400#/group.php?gid=148256638400
  4. 4] http://www.flickr.com/creativecommons/
  5. 5] http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/deed.it
  6. 6] http://issuu.com/fondazionebassetti
  7. 7] http://issuu.com/fondazionebassetti
  8. 8] http://www.linkedin.com/groups?gid=2303812&trk=myg_ugrp_ovr
  9. 9] http://www.linkedin.com/groups?gid=2303812&trk=hb_side_g
  10. 10] https://www.slideshare.net/FondazioneBassetti
  11. 11] https://www.slideshare.net/FondazioneBassetti
  12. 12] http://twitter.com/FGBassetti
  13. 13] /it/pagine/2009/10/fgbassetti_twitter.html
  14. 14] http://twitter.com/FGBassetti
  15. 15] http://twitter.com/FGBassetti
  16. 16] http://www.vimeo.com/fgbassetti
  17. 17] http://www.vimeo.com/fgbassetti
  18. 18] http://www.flickr.com/photos/theilr/2594876284/
CC Creative Commons - some rights reserved.
photo by theilr in Flickr
Leggi anche: Request for Comments dove si parla di come è costruito il nostro sito
Articoli di: 

Redazione FGB

Ricerca per:
Ricerca nei video:

- Iscriviti alla mailing list - Informativa Cookies -

RSS Feed  Valid XHTML  Diritti d'autore - Creative Commons Gruppo Fondazione Giannino Bassetti in Facebook Gruppo Fondazione Giannino Bassetti in Linkedin Segui la Fondazione Giannino Bassetti in twitter

p.i. 12520270153