Logo della Fondazione Giannino Bassetti

FONDAZIONE GIANNINO BASSETTI

L'innovazione è la capacità di realizzare l'improbabile

Intestazione stampa

Pagine

Pagine in italiano

Home > Informazioni sul sito della Fondazione Giannino Bassetti

Informazioni sul sito della Fondazione Giannino Bassetti

di Redazione FGB [1], 20 Settembre 2007

Indice della pagina:

BREVE STORIA DI QUESTO SITO IN POCHE PAROLE

Il sito è nato nel 2000 come espressione della Fondazione Giannino Bassetti: era lo strumento (e lo è ancora) per il coinvolgimento, lo scambio e la crescita del pensiero attorno alle tematiche che, secondo la sua mission, la Fondazione intendeva esplorare.

Con la direzione di Gian Maria Borrello e il sostegno tecnico di Massimo Bartoli, il sito è cresciuto, conoscendo varie stagioni sia tematiche che tecniche (per uno spaccato di questo sviluppo vedi la pagina di lancio dei blog nel 2003 e i suoi aggiornamenti [2]). Intorno al 2006 la Fondazione Giannino Bassetti ha sviluppato la sua attitudine a realizzare eventi quali incontri, convegni, lecture, pubblicazioni, utilizzando il sito come supporto avanzato per sviluppare il dialogo. Nel frattempo la crescita (anche di visite) del sito, aveva reso necessaria una revisione radicale dell'aspetto tecnologico e grafico.

Tale revisione si attua nel novembre 2006, su progetto di Tommaso Correale Santacroce e Massimo Bartoli con Alessandro Scoscia. Nel luglio 2007, finita la fase di test, il sito ha preso l'aspetto e la navigabilità attuale, che speriamo tu possa apprezzare.

Al momento, on-line vi sono ancora tutte le pagine del sito fin dalla sua nascita: nulla è stato rimosso, in quanto corpo di parole pensante e produttore di pensiero, ed è nostro sforzo renderle sempre raggiungibili. Incanalate nella nuova grafica, congelate nella loro rete originaria di link, si trovano le pagine del sito precedente al 2006, mentre con la nuova struttura si sviluppano le nuove pagine, pubblicate utilizzando sistemi evoluti di gestione dei contenuti, mantenendo un costante aggiornamento tecnologico.

Torna all'inizio della pagina

IL COPYRIGHT E LE CREATIVE COMMON

La protezione del diritto d'autore è un tema piuttosto controverso che in internet incontra ulteriori complessità. Noi abbiamo deciso di accogliere lo standard delle Creative Commons Public Licenses (CCPL) che si sta diffondendo nella rete delle reti: ci sembra un progetto aggiornato, serio e concreto.

Le Creative Commons Public Licenses (CCPL) sono delle licenze di diritto d'autore che si basano sul principio di "alcuni diritti riservati". Il funzionamento delle CCPL è reso possibile dal fatto che la legge italiana sul diritto d'autore - così come, in generale, le corrispondenti normative nazionali e internazionali - riconosce al creatore di un'opera dell'ingegno una serie di diritti; allo stesso tempo, la legge permette al titolare di tali diritti di disporne.

Quindi, rispetto al materiale pubblicato nelle pagine del sito della Fondazione Giannino Bassetti, qualora non vi siano altre disposizioni segnalate nella stessa pagina,

Tu sei libero

  • di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest'opera.

Alle seguenti condizioni

  • Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza.
  • Non commerciale. Non puoi usare quest'opera per fini commerciali.
  • Non opere derivate. Non puoi alterare o trasformare quest'opera, ne' usarla per crearne un'altra.
  • Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza.
  • In ogni caso, puoi concordare col titolare dei diritti d'autore utilizzi di quest'opera non consentiti da questa licenza.
  • Nothing in this license impairs or restricts the author's moral rights.

Se vuoi saperne di più sulle Creative Commons Public Licenses (CCPL) visita il sito Creative Commons Italia [3]

Torna all'inizio della pagina

LE TECNOLOGIE ATTIVATE

(per non dilungare il discorso in approfondimenti tecnici abbiamo preferito linkare alcuni termini a pagine dove è spiegato con maggiore chiarezza il loro significato)

Il principale strumento di pubblicazione a disposizione degli autori della Fondazione è Movable Type TM [4]. Tale strumento, attraverso la personalizzazione e la scrittura di template evoluti, permette all'autore di automatizzare il processo di pubblicazione di contenuti. Gli automatismi introdotti consentono di mantenere l'omogeneità e le correlazioni della struttura logica del sito (categorie, ordinamenti e tagging [5]).

Particolare attenzione è stata posta nello sviluppo di pagine con tecniche di degradabilità del codice (unobtrusive javascript). Questo garantisce la separazione del contenuto dalla sua presentazione, quindi l'indipendenza dal browser e dalla piattaforma di accesso del lettore. Con lo stesso criterio le altre tecnologie utilizzate (AJAX [6], AHAH [7]) sono state ottimizzate per la retrocompatibilità (compatibilità con browser e software precedenti).

Per esigenze di sicurezza, ottimizzazione delle performance e per la corretta funzionalità del sito sono state implementate procedure automatizzate in linguaggio Perl [8], PHP [9] e ove necessario SSI [10] (Server Side Include).

Torna all'inizio della pagina

L'ACCESSIBILITA' DEL NOSTRO SITO

"L'accessibilità, in informatica, è la capacità di un dispositivo, di un servizio o di una risorsa d'essere fruibile con facilità da una qualsiasi categoria d'utente."(Wikipedia [11]) Colori, disposizione delle aree di contenuto, dimensione dei caratteri e possibilità di variazione, testi alternativi alle immagini e ai link, compatibilità con differenti browser, software e hardware, leggibilità a diverse risoluzioni di schermo.... sono solo alcuni aspetti che vengono chiamati in gioco quando si parla di "accessibilità".

Il nostro sito è realizzato rispettando tutte le disposizioni in materia di accessibilità e di usabilità. Nonostante la tipologia di questo sito non debba ottemperare alla legge 04/2004 ed al suo decreto attuativo [12] del 08/07/2005 recante i "requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità agli strumenti informatici", le tecniche utilizzate per la sua costruzione hanno tenuto conto dei punti di controllo indicati in esso.

Tutte le pagine di questo sito sono state prodotte utilizzando il linguaggio di markup [13] XHTML nella direttiva di tipo "Strict" stabilita dal W3C. A questo scopo, l'aspetto grafico del sito è stato interamente realizzato con fogli di stile CSS [14], anch'essi validati dal W3C [15].

Attenzione quindi si è posta anche all'utilizzo di tecniche che vengono considerate standard a livello internazionale.

Ulteriori informazioni dettagliate sulle tecnologie utilizzate nel sito e sulle motivazioni della loro scelta sono disponibili nel Blog Requests for Comments (FGB RFC) [16]

Torna all'inizio della pagina

Mostra/Nascondi i link citati nell'articolo

Link citati nell'articolo:

  1. 1] /schedabiografica/Redazione FGB
  2. 2] /it/itframeset.php?content=http://www.fondazionebassetti.org/06/argomenti/blogwhatis.htm
  3. 3] http://www.creativecommons.it/
  4. 4] http://www.sixapart.com/
  5. 5] /it/pagine/2007/08/come_navigare.html#glossario
  6. 6] http://it.wikipedia.org/wiki/AJAX
  7. 7] http://en.wikipedia.org/wiki/AHAH
  8. 8] http://it.wikipedia.org/wiki/Perl
  9. 9] http://it.wikipedia.org/wiki/PHP
  10. 10] http://it.wikipedia.org/wiki/Server_Side_Include
  11. 11] http://it.wikipedia.org/wiki/Accessibilit%C3%A0_%28informatica%29
  12. 12] http://www.pubbliaccesso.gov.it/normative/DM080705.htm
  13. 13] /it/pagine/2007/08/come_navigare.html#glossario
  14. 14] /it/pagine/2007/08/come_navigare.html#glossario
  15. 15] /it/pagine/2007/08/come_navigare.html#glossario
  16. 16] /it/rfc/
CC Creative Commons - some rights reserved.
Articoli di: 

Redazione FGB

Ricerca per:
Ricerca nei video:

- Iscriviti alla mailing list - Informativa Cookies -

RSS Feed  Valid XHTML  Diritti d'autore - Creative Commons Gruppo Fondazione Giannino Bassetti in Facebook Gruppo Fondazione Giannino Bassetti in Linkedin Segui la Fondazione Giannino Bassetti in twitter

p.i. 12520270153